Perché le mie rughe aumentano?

Home » Perché le mie rughe aumentano?

rughe, invecchiamento cutaneo

Perché le mie rughe aumentano?

Mettiamoci l’anima in pace, con l’avanzare dell’età le rughe arrivano per tutti, anche per quelli a cui la genetica ha fatto un grande regalo!

Le rughe sono la conseguenza di una radicale modificazione del derma che con gli anni cede elasticità e, in mancanza di un’adeguata idratazione interna ed esterna, collassa generando depressioni e solchi sempre più incisivi.

Tuttavia, una delle cause che peggiorano questo aspetto, è dovuta all’eccessiva esposizione solare, soprattutto senza protezioni adeguate.

 Il sole è un alleato della salute, è l’unico in grado di generare la vitamina D, indispensabile per le nostre ossa e, inoltre, tiene alti i livelli di serotonina, il neurotrasmettitore della felicità e del benessere (ecco perché amiamo stare a lungo esposti al sole).

Purtroppo però il sole può essere anche un nemico se non facciamo attenzione e se non prendiamo le dovute precauzioni, soprattutto prima di una lunga esposizione ai raggi solari.

In estate, quando i raggi colpiscono perpendicolarmente il nostro emisfero, il sole è più forte e dannoso perché l’emissione dei pericolosissimi raggi UV triplica e le nostre difese non sono sufficienti a contrastare la sua azione nociva. In maniera particolare per la nostra pelle.

In inverno il sole non va in letargo ma continua la sua azione vitale sul pianeta e sugli organismi che lo abitano.

Anche quando i raggi solari sono più tenui durante la stagione fredda, la loro azione dannosa non si placa e, anzi, combinata con il freddo tagliente può causare danni anche maggiori che in estate. La nostra pelle ha bisogno, ogni giorno e in ogni stagione, di un’adeguata protezione dagli agenti esterni e una continua idratazione.

Il sole è in grado di penetrare decine e decine di metri nella profondità marina, figuratevi gli appena 4 mm dell’epidermide! Quello che segue è un vademecum per una saggia esposizione solare e una serie di consigli per chi ha esagerato questa estate e in autunno vuole recuperare con un’azione riparatrice della pelle.

 

cremai-dratante-forte copialatte-detergente-lenitivo copiaEcco quali sono i principali danni da esposizione solare:

Rughe: l’esposizione prolungata ai raggi solari porta inevitabilmente a un invecchiamento precoce della pelle che si disidrata, perde elasticità ed è più secca e appesa. I solchi, o depressioni, che si formano con il naturale processo di invecchiamento, aumentano drammaticamente e, quelle che una volta erano rughe “d’espressione” restano per sempre sul nostro volto. Consigli: va bene la tintarella, ma non bisogna MAI esporsi senza una buona crema idratante con forte protezione anti UV, sia per il corpo che per il viso. Le esposizioni non dovrebbero prolungarsi oltre un’ora, e bisogna sempre idratarsi bevendo molta acqua. Dopo l’esposizione è indispensabile stendere su viso e sul corpo una generosa quantità di crema dopo sole ad azione lenitiva, idratante e normalizzante. EVITATE ASSOLUTAMENTE LE SCOTTATURE.

Lentiggini, macchie solare e nei: Le lentiggini non sono solo un’imperfezione ereditaria della pelle, ma possono comparire anche dopo prolungate esposizioni solari non protette. Sono dei danni permanenti che non hanno soltanto un impatto estetico ma rappresentano un pericolo che può degenerare in tumori benigni (gli stessi nei lo sono) e, nel peggiore dei casi, in melanomi. Consigli: sono più o meno gli stessi della prevenzione delle rughe ma con un’attenzione in più a chi ha una pelle delicata tendente al chiaro/chiarissimo con fototipo I.

Scottature: sono lesioni cutanee che si manifestano immediatamente dopo l’esposizione ai raggi ultravioletti. La pelle si presenta rossa o violacea, a seconda del nostro fototipo, secca ed estremamente sensibile. E’ da evitare assolutamente per non incorrere in rischi gravi che hanno poco a che fare con l’estetica e sono la principale causa di melanomi maligni. Consigli: Esposizioni brevi e protette. Non si dovrebbe mai arrivare a prendere delle scottature, ma se si è stati incoscienti è bene riparare con creme idratanti forti e lenitive, applicate sulla pelle con delicatezza, più volte al giorno.

Anche se l’estate è trascorsa e la nostra abbronzatura è passata, i danni di un’eccessiva esposizione restano ed è consigliabile usare prodotti specifici che proteggeranno la cute contro i danni a lungo periodo causati dai raggi ultravioletti.